la semplicità

 simplicity.jpg

Mi sembra essere la semplicità, sempre di più, la caratteristica unificante di ogni concezione avanzata. Avanzata nel senso di evoluta, di raffinata, non istintuale. C’è una grande semplicità nell’istinto, ma non è la stessa semplicità che si trova nella consapevolezza.

Semplicità non significa più immediatezza, per me, ma indica quella chiarezza di pensiero e di percezione che può essere trovata solo da una mente serena, silenziosa, aperta. In un contesto di semplicità cognitiva, pensare è perfino ridondante! Bizzarro, eh? La verità o la falsità di un “oggetto” può essere in dubbio solo quando si prenda separatamente questo oggetto per analizzarlo. Quando invece, ancora prima di indagarne la natura, lo si colloca nel mondo, ecco che le sue pretese vengono immediatamente confutate o confermate.

Pur non avendone magari ancora penetrato i significati reconditi, la riposta razionalità che lo muove o che lo costruisce, qualcosa di “morto”, di “falso” messo a confronto con la realtà si manifesta immediatamente come sgradevole, fuori posto. E allora, come mostrano i “saggi”, passa anche la pura curiosità intellettuale di conoscerne i segreti…è come imparare a giocare con un gioco rotto! Che senso ha?

 E ogni costrutto emotivo o intellettuale che trovi i suoi moventi nelle paure invece che nella gioia è, automaticamente, chiuso. Dunque non può né vivere né volare…

La società della macchina ha prodotto una grande passione per la meccanica delle cose, ma poca consapevolezza delle dinamiche emotive, almeno a livello di comune possesso. La gente continua a pensare che le emozioni siano come ondate di “sensazioni”, che la memoria sia un grosso “baule” ricolmo di immagini, che i “sentimenti” siano quasi “cose”, “oggetti” dell’anima come dicevano gli antichi.

In tutta questa “anima-ripostiglio” è molto facile perdere di vista i propri alibi e riscoprirli poi credendoli sentimenti! Quello che mi colpisce, dopo qualche anno di ascolto, è come nonostante le persone crescano e maturino, la loro visione interiore rimane confusa, poco semplice. E sono persone che, per un motivo o un altro, non sono felici. Ma nessuno ha mai insegnato loro come possa davvero essere questa mancanza di semplicità la causa del loro malessere, e non semplicemente il contesto in cui quel malessere si trova ad esistere…è così semplice!

Una stanza semplice, è una stanza dove posso muovermi con facilità, una stanza che io posso muovere con facilità all’occorrenza. Dove le cose girino intorno a me e non il contrario. Altrimenti, significa che io sono schiavo di un mucchietto di “cose”.

Non è una buona definizione di infelicità?

E non è esattamente applicabile anche al carattere delle persone? Se il mio carattere non mi aiuta…ne sono schiavo! Non è più difficile cambiarsi il carattere che mettere in ordine in una vecchia soffitta, ho provato entrambe le cose e parlo per esperienza!! Ahah!

Certo, per entrambi serva una bella scossa di decisione per iniziare e una forte motivazione per continuare.

Ma comunque…cos’è il carattere? Il carattere è come sono stato finora! E finora sono stato ciò che ho fatto, se mi spiego. I miei atti, le mie scelte mi hanno costruito come sono, posto dove sono.

Dunque per cambiare carattere, basta cambiare le proprie azioni. Basta sorvegliare i propri sentimenti, perchè anche quelli sono una forma di “azione”, non dare spazio a quelli che fanno soffrire, allargare e coltivare quelli gioiosi.

È più difficile coltivare pomodori che felicità. Mi chiedo come abbiamo fatto a dimenticarlo.

Annunci

~ di damianorama su ottobre 28, 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: